Blog

Paura dell’autunno

Il ritorno al lavoro unito all’avvicinarsi dell’inverno è vissuto come una fine: della libertà dell'estate, dei ritmi più naturali, del contatto con la natura, soprattutto della sensazione magica che tutto possa succedere. È come un rientro nella realtà. Ricomincia tutto: la scuola, il lavoro, lo stress, persino il raffreddore. Se l’inverno precedente è stato duro, i prodromi autunnali non faranno che ricordarci la fatica già vissuta; irrazionalmente si è convinti che si finirà col rivivere lo stesso clima emotivo e forse anche gli stessi eventi. È l’effetto della ciclicità delle stagioni: per alcuni la continuità, il ritrovare luci e ambienti già vissuti negli anni,… Continua a leggere Paura dell’autunno

Inventiamo nuovi capitoli

Come far vincere il piacere della connessione sulla paura del giudizio, delle delusioni? E' semplice, in realtà: non facile. E per ognuno è ovviamente diverso, l'antidoto alla loneliness depressiva. Interroga la tua solitudine, la tua storia. Cerca indizi, come in una caccia al tesoro. Il tesoro c'è davvero. L'atteggiamento con cui cerchiamo amici, vie d'uscita, nuovi capitoli, è importante tanto quanto il comportamento visibile: occore essere autentici, ed è sempre un rischiare, essere "semplicemente umani". Non serve la perfezione drogata e stressante che richiediamo a volte a… Continua a leggere Inventiamo nuovi capitoli

Musica e solitudine

C’è una solitudine in cui si ha bisogno di sentire musica struggente con testi che   fanno ancor di più sprofondare nella tristezza della solitudine e, incomprensibilmente, questo aiuta a non essere più soli, perché si sente che la propria situazione è la stessa di altri che l'hanno messa in musica e parole. Ecco degli esempi, personali, di musica che ho avuto in mente,  lungo questo periodo in cui ho scritto di solitudine e di amicizia. Fango, Jovanotti People are strange, Jim Morrison Hey you, Pink Floyd La giacca, Claudio Lolli Il… Continua a leggere Musica e solitudine

Parlare a se stessi

Il dialogo interno è quella voce che accompagna le nostre esperienze sin dai primi anni di vita. E’ talmente familiare e automatica che non se ne nota la qualità e forse nemmeno la presenza, a meno di non portarvi apposta l’attenzione. E’ importante capire che effetto ha su di noi e sapere che si può cambiare. Commenta, critica, esorta, consola: ma proviamo ad ascoltare il dialogo interno con distacco, magari scrivendolo. Cosa ci dice, e soprattutto, come? In alcuni momenti ha la voce dolce… Continua a leggere Parlare a se stessi

Solitudine nuvolosa

Se si è cambiato città, per studiare o lavorare, ci si sente spesso soli. O se è appena finita un’amicizia importante, o un amore magari un po’ troppo simbiotico. Quando non si sa con chi partire l’estate, con chi uscire la sera. Ma anche quando lo si sa, e non basta a colmare il vuoto. O ancora, come ci si sente spesso soli, quando finisce la scuola! Dopo anni di condivisione forzata del tempo con dei propri simili non certo scelti,… Continua a leggere Solitudine nuvolosa

Rilassamento

I grandi maestri sono i gatti, e i bambini. Sanno rilassarsi in modo così completo e visibile, che sono proprio la pubblicità del piacere. Perché rilassamento e benessere sono un binomio inseparabile, in quanto l'uno genera l'altro. Eppure, sia i gatti sia i bambini, sono capaci, in un attimo, di diventare vigili e spesso anche insopportabilmente attivi; la loro specialità è però di saper ritornare ad uno stato di totale relax, appena sentono che non ci sono minacce, interne ed esterne; appena i loro bioritmi, con ciclica regolarità, lo richiedono. La maggior parte degli adulti ha perso questa capacità: il recupero, dopo ogni stress, è incompleto, il rilassamento è parziale,… Continua a leggere Rilassamento